Perché ci vuole del tempo per vedere le foto?

A nessuno piace aspettare. Ancora di meno quando vuoi vedere il risultato di una giornata strepitosa.

Lo capisco, mi sono sposato anche io e sono stato il primo a non stare più nella pelle per vedere le fotografie!

Ma vediamo  cosa accade nei giorni successivi al vostro matrimonio (sulla fase di backup ci tornerò in un altro articolo): superato il weekend le vostre foto vengono organizzate e guardate una per una, eliminando quelle errate.

A quel punto inizia la fase di selezione e provinatura: vengono scelte le foto con le inquadrature migliori, dove tutti hanno gli occhi aperti, ma sopratutto quelle che raccontano una storia! Abbiamo così ottenuto una cartella con le foto più intense, divertenti, uniche ed emozionanti.

Dopo questa parte di scrematura le foto selezionate vengono ancora divise in due categorie: la selezione che contiene il mio punto di vista sulla giornata e l’altra non meno importante con il resto delle foto.

A questo punto le foto di entrambe le cartelle vengono postprodotte digitalmente una per una, estratte in file di uso comune (jpg) ed infine sono quasi pronte per essere mostrate agli sposi.

Potete ben capire che questo tipo di lavorazione impiega diverse giornate per ogni singolo matrimonio, per questo sopratutto verso la fine della stagione (dato l’accumulo di lavoro) è facile che le foto vengano consegnate agli sposi dopo quaranta giorni dalla data del matrimonio ma mai oltre i sessanta giorni lavorativi, non mi piace farvi aspettare al di là dello stretto necessario!

Accendi la candela, sciogli la ceralacca, falla colare, imprimi il sigillo prima che si raffreddi…

Poi entrate in studio e vi ritrovate tra le mani una simpatica scatolina sigillata con la ceralacca al cui interno c’è una chiave USB con le vostre fotografie.

Fotografo professionista torinese, amo viaggiare, il sushi e la musica rock.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: