Perché il momento non è uguale per tutti?

Perché il momento non è uguale per tutti?

Ormai, sotto gli assalti di un marketing spietato, pensiamo che basti esserci e premere il magico pulsante di uno strumento molto moderno (e da cambiare ogni sei mesi se no fa la muffa) per scattare una buona fotografia.

Ne siete davvero sicuri?

Eppure se mettessimo dieci persone qualunque intorno a una coppia di sposi con le ultime macchine fotografiche e un solo fotografo con una qualunque macchina fotografica solo quest’ultimo otterrebbe una Fotografia.

Questo perché non basta che la foto sia esposta perfettamente (e qui possono arrivarci tutti dato che con un po’ di fortuna la tecnologia più aiutare) ma occorre altro, infatti il fotografo fa un lavoro diverso: all’ottima tecnica unisce una sensibilità data dall’esperienza, dalla cultura e dalla sua intima essenza per descrivere un momento dal punto di vista migliore per raccontare una storia.

L’obiettivo del fotografo non è collezionare una serie di begli scatti fini a se stessi ma sta raccontando la storia di un giorno unico ed irripetibile attraverso la sua personalissima visione e per fortuna nessuna tecnologia potrà mai sostituirla.

Fotografo professionista torinese, amo viaggiare, il sushi e la musica rock.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: